facebook

plus.google

 
 
Indicazioni per il prelievo e la conservazione dei campioni
 
Prelievo sanguigno
Il cliente, prima del prelievo di sangue, deve presentarsi a digiuno da 8 a 10 ore.

Per gli esami ormonali e tumorali non è necessario che il prelievo venga effettuato a digiuno, tuttavia è preferibile assumere ulteriori informazioni presso il laboratorio.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Glicemia frazionata
Per eseguire la glicemia frazionata, normalmente, il sangue dovrà essere prelevato tre volte nella stessa giornata: alle ore 08:00 a digiuno, alle ore 11:00 dopo colazione ed alle ore 17:00 dopo pranzo.

Si consiglia di mantenere invariate le proprie abitudini quotidiane (alimentazione, attività fisica e/o assunzione di farmaci).
 
 
 
 
 
 
 
 
Esame delle urine
L'urina per l’esame normale deve essere raccolta in un apposito contenitore sterile a bocca larga.

E’ necessario che il cliente consegni una piccola quantità di urina (circa mezzo bicchiere).
 
 
 
Urinocoltura

E' consigliabile effettuare l'esame dell'urina in occasione della prima minzione del mattino seguendo la regola del "mitto intermedio" con questo procedimento:

- non urinare da almeno 4 ore;

- lavarsi accuratamente i genitali esterni;

- scartare il primo getto di urina emessa, al fine di pulire l'ultimo tratto delle vie urinarie;

- raccogliere il secondo getto di urina direttamente nell'apposito contenitore sterile, facendo attenzione a non toccarlo con le mani nelle parti interne;

- scartare l'ultimo getto di urina;

- consegnare al laboratorio in tempi brevi.

Il contenitore va aperto solo al momento della raccolta e rapidamente chiuso.

Terapie antibiotiche possono interferire sull'esito dell'esame e vanno segnalate al laboratorio.

Il campione deve essere seminato nel più breve tempo possibile.

Modalità di raccolta delle urine nelle 24 ore

Per la determinazione di analiti nelle urine delle 24 ore, il cliente va informato che la mattina, appena alzato, l'urina della prima minzione deve essere eliminata e da quel momento in poi tutte le urine dovranno essere raccolte fino al giorno successivo e fino alla stessa ora della prima minzione.

Per la raccolta delle urine delle 24 ore è cosigliabile utilizzare un contenitore di plastica di almeno due litri; se all'interno vi è del liquido conservante bisogna prestare attenzione a non rovesciarlo o toccarlo con le mani.

Assicurarsi che il contenitore sia ben chiuso.

 

 
Coprocoltura

Le feci devono essere prelevate possibilmente all'esordio dell'enteropatia quando sono diarroiche e prima dell'inizio della terapia antibiotica.

Il materiale fecale deve essere raccolto, evitando la contaminazione con urina, con il cucchiaino presente nell'apposito contenitore e la quantità del campione deve essere pari a una "noce".

Il campione deve essere seminato nel più breve tempo possibile.

Per la ricerca del sangue occulto è necessario astenersi dalla carne rossa durante la dieta per almeno 3 giorni consecutivi.

Tampone faringeo

Si chiede al paziente di aprire bene la bocca e dire "ah". Si preme delicatamente la lingua con un abbassalingua e, dopo aver introdotto un tampone nella parte posteriore della faringe, lo si strofina avanti e indietro sulla mucosa dietro l'ugola e tra i pilastri tonsillari.

 

 
 
 
 
 
 
Tampone nasale

Dopo aver inumidito la punta di un tampone flessibile con acqua sterile o fisiologica, lo si introduce in una narice. Si strofina avanti e indietro lungo il setto nasale fino a quando si percepisce una sensazione di resistenza; quindi si ritira delicatamente il tampone.

 

 

 
 
 
Espettorato

Deve essere raccolto al mattino in un contenitore sterile a bocca larga e consegnato al laboratorio in tempi brevi.

Il cliente, prima di espettorare, deve sciacquare accuratamente la bocca con alcuni gargarismi effettuati con acqua, al fine di pulire il cavo orale da cellule di sfaldamento e di particelle estranee all'esame e raccogliere direttamente il campione nel contenitore.

Ai soggetti incapaci di raccogliere l'espettorato per incapacità del riflesso della tosse o per secrezione bronchiale scarsa si consiglia, nei due giorni precedenti l'esame, la somministrazione di mucolitici o espettoranti.

 

 
Spermiocoltura

Modalità di prelievo:

- aver cessato terapie antibiotiche da almeno una settimana;

- il prelievo deve essere preceduto da una accurata pulizia dei genitali esterni e delle mani;

- la raccolta del seme deve avvenire tramite masturbazione direttamente in un contenitore sterile.

 
   

Il laboratorio, inoltre, esegue esami diagnostici sui seguenti tamponi:

- Tamponi auricolari
- Tamponi cervicali
- Tamponi congiuntivali
- Tamponi uretrali
- Tamponi vaginali
 
 
Per la ricerca dei miceti i prelievi vengono eseguiti su:

- cute glabra
- unghie
- peli e capelli
- mucose
 
 
Per la ricerca dei micobatteri i materiali idonei sono:

- broncoaspirato lavaggio broncoalveolare
- espettorato
- liquidi cavitari
- materiale da lesioni cutanee
- pus
- sangue (10 ml in provetta eparinata)
- urina (almeno 40 ml della prima ora del mattino)
 
 
 
 
Per la ricerca dei micobatteri vanno utilizzati contenitori monouso sterili e va evitato l'uso di tamponi; tuttavia, se strettamente necessario adoperare questi ultimi, utilizzare quelli con terreno di trasporto.

Il campione deve essere inviato in laboratorio nel più breve tempo possibile.

A fronte di una richiesta generica di ricerca di micobatteri, il nostro laboratorio esegue un'indagine colturale tradizionale che prevede la semina dei campioni su terreni solidi e un tempo di refertazione di almeno 40 giorni.